I MATERIALI

Carta, Plastica, Legno, Cuoio, Tessuti, Metallo e Vetro recuperati non provengono dalle discariche e dalla raccolta differenziata ma dagli scarti e dalle giacenze di magazzino: si tratta quindi di materiali “nuovi”, non più commerciabili in quanto surplus o errori di produzione.
Fuori dalla dismisura del processo produttivo e dalla serialità della produzione industriale i materiali offrono infinite possibiltà di elaborazione e interazione che il processo stesso di fabbricazione e utilizzo aveva compresso.